Pagine

martedì 4 ottobre 2016

#Nebbia di fine estate e altre cose





E' finita! 
L'estate intendo: stamattina nebbia grigia sul paesello in sintonia con il mio di grigio. Grigio noia, grigio vecchiaia, grigio macchecavolo ci sto a fare qui, a cosa e a chi servo? Soprattutto grigio preoccupazione per la salute di un familiare anche se è un grigio pieno di speranza,  grigio perché avevo un amico spiritoso e colto, anche se solo virtuale, ed è sparito….


Poi  sapere che dopo pochi chilometri c'è un bel sole mi ingastrisce (neologismo) ancora di più. Perché so che se fossi coerente e se mi fidassi ancora di come guido basterebbe prendere la smartina e spostarmi un po' girellando qua e là per paesi.
Suona furiosamente il campanello, non voglio aprire: so già che è il rappresentante di una ditta di alimenti surgelati che ogni 15 giorni passa. E io che sono un cuore tenero compro sempre qualcosa, che non mi serve e a prezzo più caro che in negozio.
Con malumori della figlia….anche se pago io. Ma ha ragione lei.
Oggi resisto, il campanello continua a suonare ma per oggi non ci sarò.



Ripenso a ieri, ecodopler alle carotidi (una è un pochetto ostruita…55%) a Molinella: bella mattinata di sole e foglie gialle e rosse, Molinella è un vero paese con negozi e tutto quello che serve. 


Campanile un po' storto ma dona un tocco particolare. E la fortuna di fare colazione in un bar dove ho assaggiato una brioche superstupendamente buona: ripiena di pistacchio e cioccolata. Non ricordo il nome del bar, ma lo ritrovo sicuramente.
Il campanello continua a suonare, il cane ad abbaiare e io a ignorare.
Buongiorno, buone nebbie, buon autunno…..e fortunati i bolognesi, che invece di andare a lavorare possono starsene a letto: oggi è la festa del S. Patrono, San Petronio e non si lavora e non si va a scuola. Non dovrebbe interessarmi visto che non lavoro da un'infinità di anni, ma penso a mia nipote e a mia figlia che se ne starebbero volentieri al calduccio...
con un clima così è quasi la felicità!