domenica 10 maggio 2015

#mamma

Viva la mamma….
Festa della mamma oggi, nelle vetrine di bigiotteria e dai fiorai cartelli e cuoricini ce lo ricordano.
Della mia mamma, che non c'è più ma è sempre qui con me ho già scritto in questo blog :
https://www.blogger.com/blogger.g?blogID=5666091959561480308#editor/target=post;postID=1777999074037424870;onPublishedMenu=posts;onClosedMenu=posts;postNum=27;src=postname
in un giorno qualsiasi.
La mia mamma era bella, aveva un carattere da generale e "aveva sempre ragione" per sua stessa ammissione. Fumava esageratamente e purtroppo l'ha pagato caro questo vizio, anche se è riuscita a pagare abbastanza avanti con l'età. Erano minimo 40 sigarette, nazionali esportazione senza filtro, al giorno e lei è rimasta con me fino ad ottantatré anni.
Ancora, e io ne ho già 75, quando sono triste, o mi sento sola, o devo prendere decisioni o affrontare qualcosa che mi spaventa, le chiedo aiuto. Mamma.

Però oggi, giorno consacrato alle mamme, mi chiedo: ma io, che mamma sono, e sopratutto che mamma sono stata quando i miei due eredi erano piccoli?
Come mi ricorderanno? Quali lati del mio carattere rimarranno a identificarmi nelle loro menti?
Non avrei mai il coraggio di chiederlo, non avrebbero, credo, mai il coraggio di essere sinceri.
Quando erano piccoli lavoravo, e li ho lasciati molto con la nonna, mia madre appunto, e forse hanno più ricordo di lei che di me. 
Non avrò risposte a queste domande, ma spero che le loro anime e i loro cuori siano in pace con me, e che, quando li lascerò, nel momento del bisogno anche loro invocheranno "mamma".
La parola più rassicurante che io conosca.

Vent'anni

Vent'anni, che meraviglia! Forse… Ieri mia nipote, la mia unica nipote (sono sua nonna non sua zia, ma perché non esiste una parola di...