lunedì 4 maggio 2015

#Nepal tragico e miracoloso



Ho appena letto, con orrore, che in Nepal ci sono state altre scosse di terremoto, una tragedia senza fine, troppo grande anche per riuscire a pensarla davvero. 

Ma ancora una volta, come per il piccolo di 4 mesi estratto vivo, e apparentemente sereno, dalle macerie anche stavolta è successa una cosa straordinaria: dalle macerie, dopo otto giorni, è stato estratto vivo un centenario, con solo qualche lesione.
http://www.repubblica.it/esteri/2015/05/03/foto/terremoto_in_nepal_centenario_estratto_vivo_dopo_7_giorni-113445559/1/#1


Cerco di trovare un significato a tutto questo, di capire se, e cosa, la vita vuole insegnarci. 
Qualcuno parla di miracolo nel senso religioso del termine, ma mi rifiuto di pensarlo: perché il bimbo e l'anziano hanno meritato di essere miracolati e le migliaia di altri nepalesi no?
Non vedo giustizia in tutto questo, non vedo la mano di un essere superiore…..ma probabilmente non ho strumenti e intelligenza sufficiente per capire.
Resta la meraviglia: Un magnifico bambino e un vecchissimo uomo ce l'hanno fatta!
Nella tragedia queste sono due piccole felicità.

http://www.tio.ch/News/Estero/Cronaca/1029637/Centenario-estratto-vivo-dalle-macerie-di-una-casa

#voglia di scrivere o di leggere?

Vacanze finite. Vacanze si fa per dire, solo l'aria era leggermente più leggera e non ero sempre da sola. Per il resto me ne sono rimast...