mercoledì 19 ottobre 2016

#Speranza

Mattina iniziata immersi nella nebbia, grigia e densa. E mi ero rassegnata a a una giornata così, grigia come la nebbia.
E invece, a volte, la vita riserva piccole gioie, o sorprese.
Già passeggiando con figlia e cane ho visto la nebbia diradarsi e i colori dell'autunno, come li amo questi colori, farsi avanti e lasciarsi ammirare.
I gialli, i rossi, le foglie al suolo mi hanno rallegrato, le piccole ragnatele che ragnetti ispirati tessono tra le foglie e si imperlano di gocce di umidità fino a sembrare gioielli…
Insomma si vede che ero ben predisposta perché stamani tutte queste piccole cose mi hanno ridato speranza.
Poi, tornata a casa mi sono messa qui, davanti all'amato PC e ho trovato, con gratitudine e sorpresa, i commenti lusinghieri di una dolce persona che non conosco sulle mie poesie. Che da giorni, stancamente e delusa, non scrivevo più, limitandomi a copia/incollarle qui su scrivopoesie per non perderle (ho perso tutte le poesie scritte nel passato, ore le scrivo direttamente online) dal sito dove le pubblico solitamente: oggiscrivo.it


Tutto questo ha dato il via a riflessioni sulla vita, soprattutto sulla mia vita. Che ultimamente mi appare grigia e densa di preoccupazioni motivate per persone che amo. Mi ha dato la speranza che questa nebbia si possa diradare, e che immersa nella nebbia ci sia la soluzione, felice, dei problemi.

E questo ha un nome: speranza….

Credere o non credere? #percorsi spirituali.

Ho appena letto un articolo-intervista che un giornalista ha fatto ad Andrea Bocelli. Ci sono arrivata cercando una poesia buffa di Triluss...