mercoledì 14 settembre 2016

#ancheiosonounaputtana



"Anche io sono una puttana"….ho visto questa scritta ripetuta sui social oggi, e benché non la condivida appieno nelle sue motivazioni, mi sembra che oggi sia il giorno giusto per riproporla.
Le motivazioni sono:

"Abbiamo prodotto un bollino, “anche io sono una puttana”, riprendendo una spilletta prodotta da un collettivo di donne catalane. Ci piace perché allude alla necessità di non nascondersi, di non fare il gioco della doppia morale. Ma, al contempo, quello che ci affascina, è il fatto di poter portare addosso quell’ “epiteto” che ancora oggi – tutte le donne sanno – corrisponde ad un’offesa. “Puttana”, ben lungi da designare una professione, e’ innanzitutto qualcuna che “la da’ via”. Il sotto testo, ci fosse bisogno di spiegarlo, è che la cosa peggiore che una donna può fare, è avere una vita sessuale di cui disporre liberamente. E allora il cerchio si chiude, siamo da capo, e ripartiamo da qui: se la puttana è un lavoro, chi lo fa deve poter emergere come tale. Se puttane siamo tutte (perché tutte vogliamo disporre liberamente della nostra vita sessuale) bene, allora: eccoci!" - Bologna, 2008 Sexyshock
#ancheiosonounaputtana

Perché oggi ho letto che si è suicidata la ragazza, Tiziana, che il web maschile e irriverente ha sbeffeggiato, irriso, per un suo comportamente sessuale, suo e solo suo, che qualche idiota ha fatto girare in internet.
E in questi giorni ho letto la storia della ragazzina regolarmente e ripetutamente stuprata da un gruppo di porci, maiali, deficienti, pervertiti…con la connivenza della quasi totalità di un paese.E dei quali pubblico foto e nomi perché loro si, meritano di essere trattati da qui maiali che sono:


1. Giovanni Iamonte, di anni 30;

2. Daniele Benedetto, di anni 21;
3. Pasquale Principato di anni 22;
4. Michele Nucera di anni 22;
5. Davide Schimizzi di anni 22;
6. Lorenzo Tripodi di anni 21;
7. Antonio Verduci di anni 22;


Sono soltanto le ultime due storie, tremende, di una serie di soprusi che hanno come base la mancata accettazione dell'altrui sessualità. E non parlo solo di donne, parlo di uomini donne gay e lesbiche….parlo di tutti i comportamenti sessuali che non ledano la libertà altrui. non parlo, chiaramente, di pedofilia.

Su queste vicende non volevo e non voglio scrivere di più, ma si, approvo che proprio in questi giorni tutti affermino
anche io sono una puttana
perché voglio vivere la mia vita sessuale come mi pare, ed esigo rispetto.

Credere o non credere? #percorsi spirituali.

Ho appena letto un articolo-intervista che un giornalista ha fatto ad Andrea Bocelli. Ci sono arrivata cercando una poesia buffa di Triluss...