lunedì 7 marzo 2016

#il mondo sta impazzendo….la poesia lo salverà?

Scrivere poesie è terapeutico, lo sospettavo ma ora lo so di sicuro!
In questo mondo che sta impazzendo,  anche la gente che lo abita  sta impazzendo.
Ma cosa c'è nell'aria? Cosa ci fanno bere, respirare…come ci programmano?
Si uccide uno a caso, per vedere cosa si prova a uccidere. E' mostruoso…hanno ucciso per noia.
Ma la grande tragedia dei nostri giorni è quella dei migranti….e del nostro egoismo: ancora migranti che affogano nel mediterraneo, e migranti che vengono scacciati, e migranti che non vengono accolti.

E una notizia che potrebbe essere bella, la liberazione dei due italiani in Libia, ha per contraltare l'altra…altri due italiani, loro compagni, uccisi.

Ma  tutto quello di cui si sente parlare e si legge è che l'Accademia Della Crusca ha accettato un aggettivo buffo coniato da un bambino. 
Pagine e pagine su questo argomento.
E pagine e offese per il politico gay che ha comprato un figlio, e di proposito non cito il nome. 
Ma davvero alla gente può importare? 

E viene voglia di leggerezza, di aria fresca, di belle notizie, di pace …..ma non ci sono sintomi positivi in questo senso, anzi io avverto solo cupe avvisaglie . 
Di guerra? Spero di no, con tutto il cuore spero di no.

Cerco conforto nella lettura, nella poesie, e ho avuto la fortuna, girellando nel web di trovare un sito dove chi scrive poesie può proporre le sue, le pubblicano tutte, gratuitamente, una al giorno, purché non siano pornografiche, erotiche o offensive.
Il sito è 

e sono davvero grata a chi l'ha ideato, offrendo una piccola isola felice a chi come me ha bisogno di sognare. E lo consiglio a chi ama poetare.
Alcune poesie sono davvero belle, e comunque…sono poesie e portano la mente lontano, fanno sognare; anche io ne ho scritte, non ho resistito alla tentazione. 

La poesia mi sta salvando, sarebbe bello che la poesia o l'arte in generale salvassero il mondo.
E qui ci sta un "promemoria" scritto dal grande e ahimè scomparso Gianni Rodari:

 

Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare. giocare,
preparare la tavola
a mezzogiorno.

Ci sono cose da fare di notte:
chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per sentire.

Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
ne per mare né per terra:
per esempio, la guerra.




siti dai quali ho preso le notizie di cronaca:
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/03/07/ripreso-sgombero-campo-profughi-a-calais_6bcf02fc-837b-4ab5-8df5-0f94717c256d.html

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/03/04/libia-attesa-per-il-rientro-dei-tecnici.-giallo-sulla-liberazione_7a932d6b-ffe5-46d5-937e-95fec693d953.html

#musica e ricordi #bei tempi

La voce di Curreri, cantante degli Stadio, mi sta accompagnando da una mezz'ora.  L'ho conosciuto e imparato ad apprezzare per me...