lunedì 11 gennaio 2016

#passano i giorni #Colonia

Tout passe, tout casse, tout lasse ( e tout se remplace) …o qualcosa di simile, dicevano o forse dicono ancora i francesi. Tutto finisce, tutto si cancella, tutto se ne va….e tutto si rimpiazza.
L'ho sempre considerato, questo proverbio, tristissimo e saggio. 
Considerazioni che stamani mi sono venute alla mente nel rendermi conto che "le feste" sono passate senza troppa gioia ma anche senza troppa tristezza. La vecchiaia rende indifferenti e anestetizza? Tout passe….
Però dolori e doloretti, piccole e grandi noie, situazioni fastidiose in genere mi restano pervicacemente attaccate, per loro non vale il proverbio? O forse il trucco sta nel "tout se remplace" cioè passato un problema ne arriva subito un altro? Mah…
Parlo di sciocchezze per impedirmi di pensare, e scriverne, a tutto quanto sta succedendo nel mondo. Cose terrificanti, come le molestie subite da molte donne  a Colonia, che in fondo hanno destato un eco minima e sproporzionata alla gravità. All'inizio si parlava di stupri, poi fortunatamente solo di molestie, e di un unico stupro, ma è comunque qualcosa di molto, molto grave.

Ma già se ne è scritto, mentendo, esagerando, travisando….(Il Giornale) sia di questo episodio che di tutta la situazione mondiale in rapida degenerazione. Tutto sa troppo di manipolazione.
Ho letto e ascoltato cose allucinanti, anche se a dire la verità i giornali parlavano più di Checco Zalone che di queste cose. E anche sui social ho trovato poco, e per lo più commenti poco pertinenti.
Ci stiamo abituando all'orrore? Anche gli altri stanno facendo, come me, una operazione di rimozione? Ma i media non possono, non devono farlo!
Esprimiamo almeno pietà per queste povere donne. E riflettiamo sul significato di quanto è successo.
Non è una bravata, non è una "goliardata" come è stato detto, ne sono certa!

#maturità "traccie" e Caproni

Secondo giorno d'estate, ma sembra di essere in Africa (esagerataaaaaa) comunque fa un vero gran caldo, aggravato dal tasso di umidità c...