Pagine

martedì 24 novembre 2015

#scrivere mi piace

Scrivere mi è sempre piaciuto. Fin da quando, bimbetta delle elementari mi mandavano a leggere i miei temi nella altre classi…perché erano belli!!!! 
Che botta di autostima.
Da adolescente scrivevo poesie, malattia di famiglia: mamma, babbo, mia sorella Paola ..tutti poeti. 
Tutti più bravi di me. Si è salvata solo Simonetta, la più piccolina. 
Poi in un giorno nero ho gettato il quaderno.
Ho continuato da adulta, quando un'emozione era forte o quando mi annoiavo. 
Poesie per me, o piccole rime per ridere come quella che mia nipote adora:

"Sogno di diventare
una vecchia incontinente:
Che meraviglia non pensare a niente
nemmeno a trattenere la pipì!"

L'ha trovata per caso e da allora sono salita nella sua considerazione.
Poi qualche pagina di diario, impressioni e sensazioni, qualche raro racconto: nei momenti di lucidità mentale ho gettato via (quasi) tutto.
Adesso che sto riordinando scatole e scatoloni, ho bisogno di posto, trovo e pubblico qui alcune cose. 
A 75 anni sono meno severa con me stessa, e anche quelle che un tempo mi sarebbero parse sciocchezze adesso mi fanno tenerezza, muovono sogni e ricordi. 
E la speranza è che muovano anche la capacità di scrivere qualcosa di carino, ma per adesso nulla.
Leggo i blog che incontro e mi rendo conto che ci sono donne, sopratutto donne, che hanno blog interessanti, che sanno parlare di arte, politica, cucina…anzi di cucina ce ne sono anche troppi.
Io non so niente, posso dire la mia opinione sulle cose che accadono, ogni tanto lo faccio, ma consapevole che cento, mille altre persone lo stanno facendo meglio di me.
Però scrivere mi piace. E pazienza se sono l'unica mia lettrice o quasi.

Ieri ho trovato un blog fantastico, completo, bellissimo, anzi così articolato che non so se è un blog, e nemmeno chi lo tiene:
http://www.kainowska.com/sito/?page_id=8042
 e poi c'è il Blog di Gianna, che seguo:
http://vololibero-nonvogliomicalaluna.blogspot.it