giovedì 4 giugno 2015

#non fare oggi...

Un post su google+, poco fa, mi ha fatto riflettere: "Mentre rimandiamo la vita passa" pensiero di Seneca. 
Che corrisponde a "Vivi l'attimo" o  "La vita è adesso" ecc….
Credendomi una furbona ho sempre snobbato questa teoria, facendo mia la celeberrima storpiatura 
"non fare oggi quello che potresti rimandare a domani" 
della classica "non rimandare a domani quello che puoi fare oggi. 
Effettivamente qualche vantaggio l'ho avuto, perché molte delle cose che ho rimandato, poi le hanno fatte altri, o sono decadute e non era più importante farle.
Ma erano cose futili.
Oggi, 75 anni compiuti, comincio a capire il reale significato di queste frasi. 
Posso rimandare a domani le pulizie di casa, ma non posso, non devo, rimandare di vivere.
E invece l'ho fatto, lo faccio : sono stata e sono una rinunciataria, spesso. 
Per paura, per pigrizia, per malintesa moralità…per tutto questo ma probabilmente per altro ancora.
Mi sembra spesso che non valga la pena, o di non essere all'altezza. 
O che comunque sia "vivere" anche starsene in casa per giorni a scrivere leggere sognare. O guardare la tv.
Bravissima a trovarmi delle scusanti, ancora adesso.
Ma prometto a me stessa di non perdere tempo nei rimpianti e nell'autocommiserazione (ah se l'avessi fatto…!) e di darmi una mossa: 
La vita avrà pure ancora qualcosa da offrire  a una donna/nonna, anche solo una cena con gli amici, una mostra d'arte, un viaggio.





Vent'anni

Vent'anni, che meraviglia! Forse… Ieri mia nipote, la mia unica nipote (sono sua nonna non sua zia, ma perché non esiste una parola di...