martedì 30 giugno 2015

#il passato è passato…..forse

Come far passare una giornata in cui devi stare in casa…perché il cane non ti lascia uscire?
Ecco, lo so che non sembra possibile, oltretutto Grom è di piccola taglia ma lo giuro, se non c'è qualcuno che mi aiuta non riesco a uscire. E oggi non c'è nessuno. Ma questa è un'altra storia….che prima o poi racconterò.
Quindi un  po' di facebook, un po' di G+, qualche lavatrice, qualche pagina del libro che sto leggendo (La ruga del cretino)….ma il tempo oggi ha deciso di andare lentissimo.
Finché ho avuto la bella idea di svuotare vecchie scatole di documenti e il destino mi ha fatto ritrovare pagine di diario di tanto tempo fa.
Strappate dal quaderno e tenute da parte.
Alcune mi hanno riempito di gioiosi ricordi, il primo dente di Laura,  un bloc-notes su cui, non riuscendo a incontrarci ci lasciavamo saluti e incombenze con Claudio, la Momo, Laura Paolo e la nonna Wanda ai tempi di Via Tambroni. 
Coi disegni buffi della Momo e di Claudio.

Ma poi, uffa, ho trovato pagine di dolore. 
Pagine dei tempi in cui stavo prendendo coscienza che mio marito aveva un'altra donna. 
Quanta rabbia, quanta sofferenza, incredulità e rancore in quelle pagine.
Pseudo poesie colme di lacrime, parole irripetibili per la signorina che mi stava sostituendo…dubbi e paure. Chi ha provato il tradimento, il tradimento dei sentimenti soprattutto, mi può capire.
Nel rileggere e ricordare stavo tornando cattiva e astiosa. Stavo di nuovo soffrendo.
Pochi minuti e poi un BASTA!!! mi ha riempito il cuore. 
Basta Mariella, basta. Sono passati tanti anni, il passato è passato. 
Ho smesso di leggere e ho strappato tutto. Tutto quello che riguardava il male, perché i ricordi belli vanno conservati.
Ho appena finito, una montagnetta di carta aspetta solo di essere bruciata e poi….l'oblio.
Perché il passato è passato….forse!

#Domanda

Mille domande senza risposta in questa mattinata un po' confusa.  Domande anche attinenti a questo diario... mi serve ancora scrive...