giovedì 2 aprile 2015

# voglio un sogno




Lunghe giornate senza un perché. 
Si comincia a invecchiare, e a morire,  quando si smette di sognare e sperare. 
Io sognerei, io sogno, ma con la consapevolezza che sono, appunto, soltanto sogni. Come leggere un libro…finita la storia nessuna possibilità che la vita le somigli. E per me nessuna probabilità di realizzare i miei desideri, nessuna speranza.
Ho 75 anni: cosa cambio, dove vado, cosa faccio? In cosa spero?
Mi sento così "dipendente", così poco capace, improvvisamente, di arrangiarmi a vivere come vorrei. Non riesco nemmeno ad uscire di casa perché il mio cane scappa, e io non sono capace di controllarlo. Lo so, fa ridere, ma è vero!!!
Che poi, in questo mondo impazzito, che cosa si può sperare?
Aerobus che si schiantano contro la montagna per volontà del pilota, provocando 147 morti. 
Attentati terroristici e stragi, navi da crociera che affondano, omicidi assurdi ogni giorno. 
E la solitudine di questo paese dormitorio, dove conosco le persone solo di vista.
E così, consapevolmente lascio che i minuti, le ore, i giorni scorrano via inutilmente. 
Voglio un sogno che sembri realizzabile, voglio una speranza! 



Vent'anni

Vent'anni, che meraviglia! Forse… Ieri mia nipote, la mia unica nipote (sono sua nonna non sua zia, ma perché non esiste una parola di...